Trasferta sabato 30 marzo

Gruppi osservativi per trasferte e incontri su tutto il territorio nazionale.
Segnalazione Eventi astronomici su tutto il territorio.

Moderatori: FerZem, Amadeus

Giova84
Astroimager Liv.1
Messaggi: 69
Iscritto il: 05/11/2015, 2:30
Di che regione sei?: Campania

Re: Trasferta sabato 30 marzo

Messaggio da Giova84 » 23/04/2019, 12:59

Catena di Markarian (M84; M86; NGC4388; NGC4402; NGC4387; NGC4435; NGC4438; NGC4413; NGC4425; NGC4458; NGC4461; – Leo, GXs; osservate con 24mm, 6,7mm). Non è descrivibile a parole il godimento nel vedere ben nove galassie nel CR dell'oculare, corrispondente peraltro a poco più di 1° offerto dal 24mm a 64x. L'osservazione di dettaglio è invece fatta a228x.
- M84 e M86 sono le più luminose e sono molto simili: hanno l'aspetto di una stella fuzzy, con bulge puntiforme e molto brillante e alone che sfuma rapidamente verso l'esterno; la prima appare ellittica con asse maggiore SO-NE, la seconda sub-circolare e più luminosa.
- NGC4388 e NGC4402 costituiscono un'altra coppia omogenea, essendo molto simili nell'aspetto e nell'orientamento: tutte e due di taglio con asse maggiore E-O, tra loro parallele, molto allungate, soprattutto la prima; NGC4388 ha bulge ad amigdala, piuttosto luminoso, e presenta l'estremità orientale appuntita, quella opposta più rotondeggiante. La seconda si apprezza meglio in distolta e presenta una LS più omogenea.
- NGC4387 s'individua nello spazio triangolare compreso tra i primi tre oggetti; il bulge è un barlume circolare dai contorni piuttosto netti, attorno al quale si espande un alone sfocato.
- NGC4435 e NGC4438, gli Occhi, si trovano poco più a est hanno un aspetto molto simile alla coppia di Messier, ma appaiono più piccole e meno luminose. Sono tra loro quasi gemelle, disposte di piatto, con asse rispettivamente E-O e ONO-ESE.
- NGC4413 e NGC4425 s'incontrano salendo verso NO; la prima è più nitida e luminosa, ma sostanzialmente i due oggetti sono simili tra loro: hanno orientamento vicino a quello degli Occhi e LS abbastanza omogenea, che le fa apparire come aloncini ellittici posti di piatto. La prima è subito sopra due stelline, a formare una gradevole infilata di tre; la seconda è posta di tre quarti, con orientamento simile a NGC4438.
Spostando poi di poco l'oculare, ecco l'ennesima coppia di galassie:
- NGC4458 e NGC4461, poste di piatto, hanno forma ellittica e convergono verso est. Hanno entrambe bulge brillante circondato da un alone evanescente.

M85 (Com, GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Galassia che non si distingue per particolare bellezza, appare a 228x come un dischetto grigio posto di tre quarti, di forma ellittica con asse maggiore E-O e LS sostanzialmente uniforme.

M99 (Com, GX; osservata con 16mm, 11mm, 6,7mm). Resa migliore a 138x. Galassia piuttosto estesa, di forma ellittica, posta di piatto, con bulge circolare e non particolarmente brillante, leggermente decentrato verso ESE. In distolta forse si colgono i bracci dell'oggetto, intuibili in zone a LS leggermente superiore all'interno del disco che ne compone il corpo, ma potrebbe trattarsi, in questo caso, di pura suggestione.

M53 (Com, GC; osservato con 24mm, 5mm). Regge tranquillamente i 305x. Non molto luminoso, ma estremamente denso e ricco, di forma irregolare, molto piacevole da vedere.

M64 (Com, GX; osservata con 16mm, 11mm, 6,7mm). Stretta e lunga, posta di tre quarti con andamento E-O, ha LS abbastanza omogenea: in distolta si distingue il bulge, di forma ellittica molto eccentrica, che però non si stacca particolarmente dal corpo.

Segue un'altra sequenza di galassie, di difficile identificazione sul campo a causa dell'opulenza di questa zona di cielo: solo in fase di report, grazie a Stellarium, è stato possibile riconoscerle con certezza.

NGC4267 (Vir; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Piccola galassia, appare come una stella fuzzy dal bulge puntiforme non particolarmente luminoso, ma comunque ben staccato rispetto all'alone diafano circostante che sfuma rapidamente verso l'esterno. Potrebbe avere un'estensione leggermente maggiore in senso NE-SO.

NGC4216 (Vir; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Bella galassia, enorme a 228x, posta di taglio lungo l'asse N-S, molto luminosa, con bulge brillante, decentrato verso SO, leggermente allungato sulla direzione di maggior sviluppo dell'oggetto nel suo insieme.

NGC4206 (Vir; GX; osservata con 16mm, 11mm). Posta in prossimità della precedente e osservata insieme alla medesima a 95x e poi da sola a 138x, appare simile in forma, anche se ha, evidentemente, magnitudine superiore (e quindi inferiore): posta di taglio, con andamento SO-NE, ha bulge non particolarmente brillante e una LS tutto sommato uniforme.

NGC4189; NGC4193 (Vir; GX; osservata con 16mm, 11mm). Molto vicine, sono osservate insieme a tutti gli ingrandimenti provati. La prima è posta di piatto, ellittica poco eccentrica, con asse maggiore N-S, ha LS abbastanza omogenea, presentandosi come un dischetto sfumato. La seconda è posta di tre quarti, ha forma ellittica leggermente più stretta e allungata della precedente, rispetto alla quale è quasi ortogonale; ha bulge non particolarmente brillante, ma più chiaramente riconoscibile rispetto a quanto possibile nella vicina, di forma circolare.

NGC4168 (Vir; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Stella fuzzy, con bulge puntiforme e piuttosto brillante, circondato da un alone che sfuma rapidamente verso l'esterno.

NGC4565 (Com; GX; osservata con 16mm, 11mm, 6,7mm). La galassia spillo è fantastica a 228x, una delle migliori di serata. Ha bulge a doppio fuso, col corpo che si sviluppa come lama tagliente, strettissima e protesa in senso E-O fino a occupare quasi tutto il CR. In distolta appare più netta e sembra più appuntita verso ovest che verso est.

NGC4559 (Com; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Meno scenografica della precedente, ma comunque molto gradevole. A 228x rende soprattutto in distolta, è posta di tre quarti e ha forma a mandorla, apparendo più arrotondata verso est e più affusolata e aguzza verso ovest. La LS è piuttosto uniforme e, infatti, il bulge non è nettamente distinguibile dal corpo dell'oggetto.

M60; NGC4647; NGC4638 (Vir; GXs; osservate con 16mm, 6,7mm). Osservate insieme a 228x, le prime due appaiono come sorelle, vicine ma diverse: M60 ha bulge di diametro discreto, circondato da un disco circolare sfumato. NGC4647 ha aspetto simile, ma è più evanescente, forse lievemente schiacciata sull'asse N-S. NGC4638 è poco distante, è posta di tre quarti, ellittica, con asse maggiore E-O; ha bulge puntiforme, che sfuma rapidamente verso l'esterno.

M59 (Vir; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Prossima al gruppetto precedente, è anch'essa di forma ellittica, posta di piatto, con asse maggiore N-S e bulge brillante e rotondo, spostato verso NE rispetto alla geometria dell'oggetto nel suo insieme.

NGC4660 (Com; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Piccolina, ha forma ellittica piuttosto eccentrica, con asse maggiore NO-SE; il bulge è puntiforme, circondato da un alone quasi impalpabile.

M68 (Hya; GC; osservato con 16mm, 5mm). Il globulare, anche se basso sull'orizzonte sud, regge bene i 305x. Ha una LS non eccezionale, ma uniforme, e un nucleo sub-circolare, leggermente compresso in senso N-S, ricco e denso, risolto quasi completamente in visione distolta. Tutt'attorno, una serie di stelle più diradate gli conferiscono complessivamente una forma irregolare.

NGC5363; NGC5364 (Vir; GXs; osservate con 16mm, 11mm, 6,7mm). La prima è osservata in dettaglio a 228x e appare posta di tre quarti, con asse maggiore NO-SE, e ha un bulge quasi puntiforme e molto brillante, che sfuma rapidamente verso l'esterno; la sua vicinanza a HIP68081A ne fa quasi il fantasma di quest'ultima. La seconda rende meglio a 138x ed è molto evanescente, ma già a 95x, se osservata in distolta, si rivela piuttosto estesa; è ellittica ma poco eccentrica, a maggiore sviluppo N-S, con LS omogenea e bulge non distinguibile.

NGC5566; NGC5560 (Vir; GXs; osservate con 16mm, 6,7mm). A 228x trovo ancora la resa migliore, ma per la seconda è necessaria la visione distolta per apprezzarla meglio. NGC5566 è più estesa, posta di piatto, ellittica abbastanza eccentrica a maggiore estensione SO-NE, con bulge stellare. NGC5566 appare di tre quarti, ellittica più eccentrica della precedente e più inclinata verso nord; ha bulge anch'essa puntiforme, ma meno brillante.

NGC5576; NGC5574; NGC5577 (Vir; GXs; osservate con 16mm, 11mm, 6,7mm). Le prime due, simili nell'aspetto, formano una coppia omogenea disposta su un'immaginaria direttrice E-O: hanno bulge puntiforme e brillante, alone esterno sub-circolare che sfuma rapidamente. Più a est, completa il terzetto una galassia dalla forma molto diversa, di taglio, stretta e allungata, inclinata NO-SE, nel complesso con LS più bassa, ma più gradevole in distolta. Sembrerebbe non perfettamente simmetrica, ma leggermente più appuntita verso est rispetto a ovest.

NGC5634 (Vir; GC; osservato con 16mm, 5mm). Ammasso globulare di piccole dimensioni, che appare a primo acchito come un batuffolo sfumato di forma grossomodo circolare. Soltanto in distolta se ne riesce a risolvere la porzione esterna, che appare conformata a raggiera, con una serie di rami che si dipartono dal nucleo.

M5 (Ser; GC; osservato con 16mm, 5mm). Spettacolare a 305x, ricchissimo con nucleo circolare risolto fin nella parte più interna; complessivamente ha forma a cometa, nel senso che la porzione esterna è asimmetrica, con una “coda” semicircolare aperta verso est e qualche barlume sparso verso ovest. Non ha componenti particolarmente brillanti, ma mantiene una uniforme, quanto elevata, LS.

M3 (CVn; GC; osservato con 16mm, 5mm). Altra esplosione di stelle 305x, ha nucleo risolto completamente, circolare e brillantissimo, composto da un abnorme quantitativo di astri; le componenti circostanti, pure organizzate in agglomerati molto densi, attribuiscono complessivamente all'oggetto un asse E-O più schiacciato rispetto a quello ortogonale; tutt'attorno, si distribuisce una serie di sbuffi, concentrati soprattutto verso est.

Bilancio monstre (almeno per me): 72 oggetti osservati, di cui 33 per la prima volta in assoluto!
Una cifra per me assurda, dato che viaggio di media su valori pari a un terzo. Ovviamente, so che molto dipende anche dalla zona di cielo selezionata...però, ragazzi, che serata! Da riconciliare, con l'astronomia, con Dio e l'Universo!

Ringrazio chi ha avuto la pazienza di leggermi fino alla fine, deve essere stata oggettivamente parecchio dura.
Alla prossima...cieli sereni!

Avatar utente
Amadeus
Moderatore
Messaggi: 1178
Iscritto il: 15/04/2014, 15:53
Di che regione sei?: Campania
Contatta:

Re: Trasferta sabato 30 marzo

Messaggio da Amadeus » 23/04/2019, 21:27

Alla faccia del post COMPLIMENTI :o :o :o
Veramente appassionante ho letto tutto ancora complimenti e speriamo di ripetere un esperienza del genere ;)
Montatura : Fornax 52
Scope : GSO 10" RC
Camera : Atik 4000 Mono
il mio sito web http://www.deepskyimaging.it

Rispondi